Niente acqua calda, ecco come risolvere il problema da soli

Siete rimasti senza acqua calda in casa? Eccovi una serie di accorgimenti per riavere in pochi minuti l’acqua calda nella vostra abitazione. Scopriamo insieme, quali sono i problemi elettrici, di gas o del serbatoio dell’acqua più comuni.

Niente acqua calda, ecco come risolvere il problema da soli

Determina il tipo di caldaia

Come prima cosa, è di vitale importanza determinare quale tipologia di caldaia si ha nella propria abitazione. Le due tipologie più comuni sono, caldaie a gas o scaldabagno elettrico. Può essere difficoltoso determinare a quale tipologia appartiene la nostra caldaia, ma la presenza di un tubo per l’alimentazione del gas è la soluzione migliore per determinarlo.

Scaldabagno a gas

Questa tipologia di scaldabagno è una delle più comuni nelle case degli italiani. Mediante l’utilizzo di uno scambiatore di calore a piastre ispezionabili, l’acqua si scalda mediante il bruciatore e quindi è fornita all’utilizzatore. Questi scaldabagni tipicamente sono alimentati solo a gas.

Qui di seguito, vi abbiamo riportato i problemi che più di frequente si verificano con gli scaldabagni a gas. Nel caso non riusciate a individuare il guasto, è opportuno chiamare un tecnico specializzato per un controllo più approfondito.

Controllare l’alimentazione del gas

Il primo passo da fare, nel caso di scaldabagno a gas è sempre quello di verificare che l’alimentazione del gas sia funzionante. È possibile, che in alcune situazioni una valvola si blocchi o si chiudi per qualche avaria. Se la linea di alimentazione del gas non è funzionante, è necessario ripristinarla per ottenere l’acqua calda.

Verificare che la linea del gas generale sia funzionante

Se l’utilità del gas non è funzionante nel vostro quartiere o zona, per esempio per dei lavori stradali, potreste avere dei problemi nell’ottenere l’acqua calda. Se è possibile, prima di chiamare il vostro fornitore di gas, è opportuno verificare il corretto funzionamento di un altro apparecchio a gas. Se questo non è possibile, provate a chiedere a un vicino di controllare il suo scaldabagno o un altro apparecchio. Se si scopre che la vostra casa non riceve il gas, è necessario contattare la società che vi fornisce il servizio per conoscere le cause di questo disservizio.

Scaldabagno Elettrico

Uno degli scaldabagni più utilizzati negli appartamenti di modeste dimensioni, dove le sue piccole misure lo rendono ideale per essere collocato in ogni angolo o piccolo anfratto. Questo tipo di scaldabagno non ha la necessità di essere collegato alla linea del gas, poiché funziona grazie alla corrente elettrica.

Qui sotto, troverete alcune delle problematiche più comuni che si possono riscontrare negli scaldabagni elettrici. Prima d’intervenire sullo scaldabagno, è sempre meglio leggere il libretto delle istruzioni o chiamare un tecnico specializzato.

Controllare il salvavita

Il primo passo da compiere, per chi possiede uno scaldabagno è sempre quello di verificare il salvavita. Uno sbalzo di tensione, può aver fatto scattare il salvavita dello scaldabagno. In questo caso, alzando il salvavita nella posizione accesa si risolverà il problema.

Gli interruttori del quadro devono essere nella posizione ON per fornire l’energia elettrica. Monitorate costantemente l’interruttore e il scaldabagno per alcuni giorni, così da verificare se si tratta di un caso isolato o di un’altra problematica.

Ripristinare l’unità di controllo

Se il salvavita non è saltato, spesso può essere necessario riavviare lo scaldabagno. In alcuni casi, l’interruttore che gestisce il flusso dell’acqua si può bloccare. Inoltre, è opportuno anche controllare l’unica che controlla la temperatura dell’acqua nel serbatoio.

In molti casi, è presente un pulsante di RESET per eseguire questa operazione. Se è così, provate a cliccare il pulsante per provare a far ripartire il vostro scaldabagno.

Come abbiamo visto, se ci si presentano dei piccoli problemi con lo scalda bagno presente in casa, possiamo sistemare il disservizio da soli. Non è sempre necessario chiedere l’assistenza di una persona specializzata.
Nel caso il vostro problema non si risolve seguendo queste procedure, è bene leggere con attenzione il manuale che vi è rilasciato con lo scaldabagno o chiedere l’intervento di un professionista.

Città italiane

Go to top