In evidenza

Comunicati stampa e notizie in evidenza.

Come si può costruire un tendalino?

Durante le calde giornate estive, quando si è in mezzo al mare con la propria barca ci si può divertire molto con i propri amici. Per evitare di scottarsi con il sole è importante avere sulla propria barca un tendalino per proteggersi.
Come costruire un tendalino per la propria barca?
Come costruire un tendalino per la propria barca?

Per chi non ha la possibilità di acquistare uno dei tanti tendalini per barche presenti in commercio, è sempre possibile costruirsene uno. Acquistando della stoffa resistente, dei tubi in alluminio o in acciaio inox e alcuni raccordi.

In questa guida, vi forniremo tutte le informazioni necessarie per costruirne uno su misura per la vostra imbarcazione. In questo modo, avrete la possibilità di risparmiare molti soldi e di rendere ancora più accogliente la vostra imbarcazione.

Materiale per la parte superiore

Ci sono diverse opzioni per i materiali che si possono utilizzare per costruire la parte superiore del tendalino. La tela di cotone, è l’opzione meno costosa e che offre la maggiore durata nel tempo. L’utilizzo di un telo in plastica, vi offre una migliore impermeabilità e facilità di pulizia, anche se sicuramente l’aspetto visivo non è lo stesso della tela di cotone. In entrambi i casi, l’esposizione della tela e del vinile all’acqua e all’esposizione prolungata al sole possono rendere queste due coperture poco resistenti e fragili.

La soluzione che vi consigliamo di utilizzare per la parte superiore del tendalino, è il poliestere. Questo materiale, che ha una buona resistenza alla luce del sole e all’acqua è il materiale ideale sotto tutti i punti di vista. Anche dopo molti anni, manterrà inalterato il suo colore e la sua resistenza alle intemperie.

Cosa utilizzare per i sostegni

Che si acquisti un tendalino già pronto, o che si scelga di costruirselo da soli è molto importante valutare con attenzione quale è il migliore sostegno per la propria imbarcazione. Nella maggior parte dei casi, la struttura è composta da tubolari in acciaio inox. Questo materiale, è quello che offre una maggiore durata all’acqua salata se paragonato ai normali tubolari in alluminio.

L’acciaio inossidabile non si corrode, quindi non esiste la possibilità che si rompano durante la navigazione. Se si utilizzano dei sostegni in alluminio, è bene scegliere quelli in alluminio anodizzato. Quelli placcati, hanno la tendenza a deteriorarsi una volta che la placcatura svanisce o si rimuove durante la navigazione.

Per mantenere i sostegni uniti, è bene utilizzare dei raccordi in nylon. Questo materiale è molto resistente agli agenti atmosferici e alle sollecitazioni della navigazione. Inoltre, l’acqua salata del mare e il sole hanno un lieve effetto deteriorante. I raccordi in nylon costano meno dell’acciaio inox, ma sono in grado di offrire un maggiore vantaggio nel tempo se paragonati a quelli in acciaio inox. I raccordi in acciaio inox, man mano che si deteriorano, possono strappare il telo superiore del tendalino.

Le dimensioni della parte superiore

Quando si costruisce un tendalino per la propria imbarcazione, si deve misurare con attenzione la misura del telo che si sta per acquistare. Le misure dei teli per le imbarcazioni sono standard, quindi bisogna verificare che la propria imbarcazione sia conforme a questi standard.

Prima di ogni acquisto, è bene misurare la larghezza dell’area da coprire. Questa misura dovrebbe essere presa dal lato sinistro a quello destro; e dal lato della poppa a quello della prua. Poiché la staffa di montaggio, sarà in cima al parapetto del lato della barca, si dovrebbe anche lasciare un discreto margine di scorta.

Una volta che si saranno concluse le operazioni di misura, si sarà pronti per costruire il tendalino e/o montare quello acquistato in uno dei tanti negozi online. Una volta sistemato tutto, saremo pronti per iniziare a trascorrere delle belle e divertenti giornate con i nostri amici; senza il rischio di prendere una insolazione.

Go to top