Cosa vedere sull'isola di Kos durante la stagione estiva?

L'isola di Kos non è famosa solamente per il clima, e le sue spiagge bellissime, ma anche per i tanti monumenti del passato, e le attrazioni, che si possono ammirare in questa piccola isola del Dodecaneso. Durante il periodo estivo, un numero sempre maggiore di turisti provenienti da ogni parte d'Europa scelgono questa isola.
Cosa vedere sul'isola di Kos
Cosa vedere sul'isola di Kos

Vicino al Porto di Kos si può visitare l'antica Agora, che include molti resti dell'antica città di Kos. Tra le tante vie è possibile ammirare santuari, edifici pubblici, lo stadio, la palestra, ma anche semplici abitazioni. Non è affatto difficile immaginare cosa voleva dire vivere in quell'epoca così lontana da noi.

Un'altra destinazione perfetta per chi ama la storia è il museo archeologico che si trova nel centro della città di Kos. Al suo interno è possibile ammirare molti reperti provenienti dalla vicina Agora, dall'Asklepieion, e dai molteplici siti sparsi un po' su tutta l'isola.

Il castello di Nerantzia, conosciuto anche con il nome di "Castello dei Cavalieri", è forse l'attrazione più visita dell'isola. Costruito a più riprese, dal 1380 fino al 1514, ancora oggi stupisce chi lo visita per la sua maestosità.

Nelle sue vicinanze è possibile ammirare un'altra delle attrazioni più conosciute, il Platano di Ippocrate. Secondo la leggenda, il grande medico greco Ippocrate avrebbe tenuto le sue lezioni all'ombra dei rami di quest'albero. Il fatto viene smentito dalla realtà, l'albero ha un'età stimata tra i 500 e i 700 anni, ma per gli abitanti dell'isola l'albero resta comunque un elemento centrale del folclore locale.

L'Asklepieion, situato a poco meno di 4 chilometri a sud della città di Kos, è un antico centro medico dedicato a Asklepieion, figlio di Apollo e protettore della salute e della medicina. Situato sulla sommità di una verdeggiante collina, offre delle impareggiabili vedute della città di Kos. Non è difficile immergersi nell'atmosfera di tranquillità e pace che offre questo luogo, e che deve aver aiutato molti dei pazienti che qui si sono recati in passato per farsi curare, o di chi veniva qui per assistere i propri cari.

Vicino alla spiaggia di Kamari, a sud della città di Kos, è possibile visitare le basiliche dedicate a San Stefano. Un complesso di basiliche paleocristiane risalenti al 5° e 6° secolo d.C. che ospitano al loro interno degli splendidi mosaici. Gli scavi che le hanno portate alla luce sono stati effettuati dal 1935 al 1943 dall'archeologo italiano Luciano Lorenzi.

Posta a poche decine di metri dalla bellissima spiaggia di Agios Stefanos la piccola isola di Kastri è sicuramente una delle attrazioni che non potete dimenticarvi di vedere. Raggiungibile a nuoto, o più comodamente con una barca, ospita i resti di un'antica fortificazione, e di una piccola chiesa. Spesso durante le notti estive, molti giovani scelgono di evitare i locali della vita notturna a Kos e decidono di trascorrere la notte su questa isola.

Dormire alla luce di mille stelle, in una natura rigogliosa e selvaggia è un’esperienza che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita. La vicinanza dell’isola alla riva, la rendono il luogo ideale per un rilassante campeggio estivo.

Go to top